L’Associazione Professionisti Comunicatori C.U.I. vuole garantire il rispetto delle regole deontologiche stabilite in un apposito codice di condotta, in modo da tutelare e valorizzare l’immagine e la qualità di quanti prestano la loro opera nel settore.

Insieme dei principi e delle regole cui devono riferirsi i comunicatori C.U.I. nell’esercizio della loro professione.
Lo statuto è l’atto normativo fondamentale che disciplina l’organizzazione e il funzionamento dei Professionisti Cui.
Per una corretta interpretazione e applicazione della Legge n. 4 del 14 gennaio 2013 sulle professioni non organizzate in organi o collegi
Illustra i valori, i diritti, i doveri e le responsabilità rispetto a tutti i soggetti terzi con cui il professionista C.U.I. entrerà in relazione per il raggiungimento del proprio scopo speciale.
Gli attori del sistema delineato dalla legge n. 4/2013